Un studio di Swiss Life mostra che fra la popolazione svizzera il desiderio di abitare a contatto con la natura è aumentato durante la pandemia di coronavirus. Ma non tutti vogliono davvero traslocare o cambiare regione: quasi un terzo degli intervistati durante l’ultimo trasferimento è rimasto all’interno dello stesso Comune.

La situazione abitativa è una componente essenziale del benessere individuale e ha un impatto significativo sulla percezione della libertà di scelta nella routine quotidiana. Oltre a fattori come la superficie abitativa e i costi effettivi, la popolazione svizzera attribuisce particolare importanza a una posizione tranquilla e a contatto con la natura. A seguito della pandemia di coronavirus, il desiderio di abitare nel verde e di avere un giardino o una terrazza tutti per sé è cresciuto. Circa il 30% degli intervistati attribuisce maggiore importanza a questi aspetti.

corona_einstellung_it

I proprietari sono i più soddisfatti in assoluto per quanto riguarda la propria situazione abitativa

Il 37% degli intervistati è estremamente soddisfatto della propria situazione abitativa attuale. Soprattutto i proprietari di abitazioni ritengono che la loro situazione abitativa soddisfi perfettamente le loro esigenze. A questi si contrappone un 15% circa di persone che sono mediamente o per nulla soddisfatte della propria situazione abitativa. Fra tutte le forme abitative esaminate, la maggiore insoddisfazione emerge tra i locatari, soprattutto tra coloro con una durata abitativa dai due ai tre anni. I motivi sono, nella maggior parte dei casi, lo spazio abitativo troppo piccolo, la mancanza di giardino e l’inquinamento acustico e ambientale. Oltre il 60% delle persone in affitto intervistate che prendono in considerazione l’acquisto di una proprietà abitativa nei prossimi cinque anni si aspetta che ciò migliori notevolmente la qualità della vita e permetta loro di condurre una vita con maggiore libertà di scelta. Tuttavia, solo il 21% delle persone attualmente in affitto cerca attivamente una proprietà d’abitazioni. Le aspettative dei locatari sono confermate dai proprietari di abitazioni intervistati: il 65% di loro dichiara infatti che dall’acquisto della proprietà d’abitazioni la loro qualità di vita è notevolmente aumentata e circa il 63% sperimenta quindi una maggiore libertà di scelta nella vita quotidiana.

wohnform_it
wohneigentum_it
wohndauer_it

Siete alla ricerca di un’abitazione propria straordinaria?

I nostri esperti di Swiss Life Select saranno lieti di assistervi nella vostra ricerca durante un colloquio di consulenza senza impegno.

Il domicilio ideale: esigenze differenti a seconda della regione linguistica

Le esigenze poste al domicilio ideale variano a seconda della regione linguistica: mentre nella Svizzera tedesca ci si concentra soprattutto sui costi, nella Svizzera romanda l’accento è posto sulle dimensioni e sulla dotazione dell’immobile. In Ticino, invece, gli intervistati cercano una posizione tranquilla e, a differenza delle altre parti del Paese, anche la sicurezza gioca un ruolo fondamentale nella scelta dell’oggetto immobiliare. Per quanto riguarda le esigenze abitative si riscontrano notevoli differenze tra la città e la campagna: chi abita in luoghi rurali dà più peso al giardino e alla vicinanza alla natura, mentre per gli abitanti dei centri urbani è fondamentale l’accesso ai mezzi pubblici.

wohnen_it

Svizzera: una nazione di pendolari «stanziali»?

Gli svizzeri hanno salde radici nel luogo in cui abitano e si trasferiscono raramente: circa il 60% dei proprietari di un’abitazione e il 25% dei locatari vive già da dieci anni o più nell’attuale abitazione. La popolazione svizzera, però, non solo si trasferisce di rado, ma è poco mobile anche dal punto di vista geografico. Quasi un terzo degli intervistati è rimasto nello stesso Comune l’ultima volta che si è trasferito, e solo il 20% ha vissuto al di fuori dell’attuale Cantone di domicilio prima dell’ultimo trasloco. La distanza media del trasloco è di 13 chilometri; metà di tutti i traslochi si sono svolti in un raggio inferiore ai cinque chilometri. Il studio di Swiss Life evidenzia, inoltre, che la lunghezza dell’attuale tragitto per recarsi al lavoro non influisce sulla probabilità di un trasloco. Gli svizzeri sono quindi più disposti a fare i pendolari che a trasferirsi. 

umzug_it
umzug_distanz_it
SwissLife_Einfamilienhaus12868-small

Vi accompagniamo nelle vostre quattro mura. E non solo.

Sognate anche voi una vita in piena libertà di scelta tra le proprie quattro mura? Per realizzare questo sogno dovreste informarvi per tempo. Scoprite subito di più sulle tematiche risparmio, finanziamento, sostenibilità finanziaria e ipoteca.

Altri siti interessanti

Casa e vita

Ammortamento di un’ipoteca: le risposte alle domande più importanti

Per saperne di più

Casa e vita

«Vacanze a casa: con questi 4 consigli il tuo balcone si trasforma in un paradiso del benessere»

Per saperne di più

Casa e vita

Verso l’abitazione di proprietà: una guida nella giungla dei termini

Per saperne di più