È cresciuta in una piantagione di caffè nell’Asia orientale. Non c’è da stupirsi che abbia un rapporto particolare con la popolare bevanda calda. Dopo alcuni anni nel settore alberghiero e nella gestione degli eventi, alla fine Matilda Fässler ha aperto un Café nella Svizzera centrale dove usa i chicchi di caffè della propria piantagione. Accanto al caffè, la libertà di scelta gioca un ruolo fondamentale nella vita di Matilda.

Quando parla di caffè, i suoi occhi azzurri brillano. Per lei non si tratta di una qualsiasi bevanda calda, ma della bevanda calda più emozionante del mondo. Matilda Fässler ha conosciuto il caffè fin da piccola. Allora i suoi genitori vivevano in una piantagione di caffè in Cina. E così furono i primi a coltivare il caffè in Cina.   

CA5A7955

Il padre aveva già esperienza con la coltivazione del caffè. Dopo gli studi in agraria a Berna era emigrato in Tanzania per rilevare una piantagione di caffè. In questa fattoria conobbe anche la madre di Matilda, una turista danese che decise di rimanere con lui. A causa di circostanze speciali in quel momento, la coppia è emigrata in Cina per creare la prima piantagione di caffè a livello nazionale.   

Il caffè dovrebbe avere un certo prezzo, perché c’è molto lavoro dietro: dalla raccolta dei singoli chicchi fino al momento in cui il caffè arriva nella tazzina, occorrono circa 4-5 mesi.
CA5A7951

Nuovo inizio in Svizzera

Matilda e suo fratello Lui sono quindi «made in China», spiega lei ridendo. Le condizioni in Cina, tuttavia, non erano poi così rosee, e allora la famiglia raccolse i propri averi e si trasferì in Svizzera. Qui Matilda ha frequentato la scuola alberghiera e ha lavorato per diversi anni in bar e alberghi, in Svizzera e anche in Tanzania. Ha lavorato anche nella gestione di eventi, al Wembley Stadium di Londra. Ma il suo amore per il caffè era più forte. Per questo motivo ha aperto a Zugo il suo locale «Kahawa Café & Roastery».  

Ogni anno, dalla nostra piantagione in Tanzania, esportiamo tra 120 e 150 tonnellate di caffè in tutto il mondo.
CA5A7961

Quello che Matilda apprezza in particolare è essere il capo di se stessa. «Posso decidere in piena libertà di scelta – dall’offerta, al design, fino alla gestione del personale». Naturalmente il caffè della piantagione familiare in Tanzania svolge un ruolo di primo piano. Ma ovviamente non è l’unico prodotto nel suo assortimento. Nel suo locale si trovano chicchi di caffè provenienti da tutto il mondo. Ogni singola varietà viene testata personalmente da lei in quanto capo.  

L’etica è tutto

CA5A7975

Una delle cose più importanti per Matilda è che il caffè non solo abbia un buon gusto, ma che i chicchi provengano da piantagioni di caffè che curino particolarmente le questioni etiche.

Sapere da dove proviene il caffè e da quali mani passa prima di finire nella tazzina è fondamentale per Matilda. Pertanto, il concetto alla base del suo Café Kahawa è anche: «Dall’albero alla tazzina».

Inoltre, vuole restituire qualcosa ai paesi da cui proviene il suo caffè, assicurando, ad esempio, la costruzione di scuole, l’approvvigionamento di acqua dolce o la protezione delle foreste pluviali.  

E poiché le varietà di caffè sono tanto individuali quanto i gusti di ciascuno, Matilda aiuta i suoi clienti a creare la propria miscela.

Diverse imprese hanno già usufruito di questa offerta. Individualità e libertà di scelta sono oggi più richieste che mai. «E cosa c’è di più bello di poter servire ai propri clienti un caffè che non può essere gustato in nessun’altra parte del mondo, perché è stato creato appositamente per loro?».  

Troppo caffè rende insonne anche me. Come fare? La mia ricetta segreta sono i broccoli o l’olio di cardamomo, su di me hanno un effetto davvero miracoloso.
Matilda Fässler

Tanzania, Cina, Gran Bretagna: il periodo trascorso all’estero hanno influenzato profondamente Matilda Fässler. Tutto ciò che ha appreso nei suoi lavori finora svolti confluisce nella gestione del proprio caffè. Naturalmente beve qualche tazza di caffè al giorno, ma a casa solo caffè filtrato. Il suo sogno più grande è quello di trovare, al di fuori della sua attuale ubicazione, il “Freiruum” di Zugo, una location per gestire un caffè con torrefazione interna. Un luogo dove offrire agli ospiti un brunch e altre prelibatezze – oltre al miglior caffè del mondo.

_SL_Purpose_Export_Hires_Originalausschnitt_mit-Doodle_Cyclist

Vivere in piena libertà di scelta

Matilda non riesce più a immaginarsi di gestire la propria vita in base alle decisioni altrui. Perché le piace essere capa di se stessa e dare ogni giorno il massimo per la sua clientela e per le persone che lavorano con lei. Siamo lieti di mostrarvi come la libertà di scelta possa arricchire la vita e di sostenervi nelle diverse fasi della vita.

Altri siti interessanti

Persone

Ladina Poltera: ognuno è artefice del proprio destino.

Per saperne di più

Persone

«Per me ciò che conta è la tranquillità finanziaria, non la ricchezza materiale»

Per saperne di più

Persone

Diana Werthmüller: «Voglio mostrare alla nostra società che la morte non deve essere considerata un tabù.»

Per saperne di più